Era il 1996 quando usciva Matilda 6 mitica, film tratto dal romanzo Matilda di Roald Dahl e diretto da Danny DeVito (che figura anche come attore, papà della protagonista). La pellicola divenne molto famosa in Italia, divenendo un cult giovanile soprattutto per noi nati negli anni Novanta, rimasti per sempre traumatizzati dalla spaventosa signorina Trinciabue. 

Leggiamoci qualche curiosità legate alla pellicola:




Il ritratto di Magnus appeso nella casa della signorina Trinciabue è in realtà quello di Roald Dahl, l’autore del romanzo Matilda da cui è tratto il film.

Mara Wilson, l’attrice protagonista che oggi ha 31 anniha perso la mamma sei mesi dopo la fine delle riprese del film. Aveva appena 9 anni e quel tragico evento sconvolse la sua infanzia, tanto da decidere di allontanarsi dalle scene.

Nella libreria di Matilde tra gli scaffali spicca un libro dal titolo The Witches, che, in realtà, è un altro libro di Roald Dahl. Si tratta di un testo di successo, da cui poi è stato fatto anche un film, intitolato “Chi ha paura delle streghe”






La signorina Trinciabue, nella sua casa, tiene un cartello con su scritto “Non uccidere”… meno male che se lo deve far ricordare!

Risultati immagini per matilda 6 mitica

Tra le regole da rispettare nella scuola della Trinciabue scritte nella lista appesa in classe figuravano: non si parla, non si ride, non si sussurra, non si usano gomme da masticare, non si corre nelle sale, non si mangia, non si gioca, non si prega, non si sogna ad occhi aperti e… non si portano le trecce!

Mentre Matilda armeggia con un tostapane, sul retro dell’elettrodomestico si vede riflessa una tigre. Probabilmente è stato fatto apposta come messaggio subliminale, ad indicare come la piccola avesse una determinazione da tigre e da incitamento per continuare a combattere.

La mamma di Matilda, la signora Wormwood, indossa sempre degli occhiali da sole a casa mentre guarda la tv!






La bambola Liccy aveva lo stesso nome della moglie di Roald Dahl, Liccy Dahl.