Piedone a Hong Kong è il secondo film della quadrilogia di Piedone diretta da Steno. Il film uscì nel 1975, due anni dopo il primo e vede come protagonista il celebre commissario Rizzo impersonato da Bud Spencer

Trama

Il commissario Rizzo (Spencer) della sezione narcotici di Napoli, è sospettato di collusione con i trafficanti di droga. Dovrà andare a Bangkok, poi a Macao, a Hong Kong, scazzottare mezzo mondo, essere arrestato e rispedito a Napoli prima di smascherare i colpevoli. Lo schema del film è quello codificato, con l’aggiunta solo del “colore locale” di località esotiche.




Curiosità

  • A differenza del precedente Piedone lo sbirro, Bud Spencer qui (ed anche negli altri due film successivi) non viene doppiato da Glauco Onorato ma recita con la sua voce, che del resto meglio identifica le sue origini napoletane, tipiche anche del personaggio che interpreta.
  • Francesco De Rosa qui interpreta un napoletano che ha preferito fare il ladro a Bangkok piuttosto che a Napoli: personaggio che avrà modo di riproporre nel film Banzai con Paolo Villaggio.
  • La scena della cabina telefonica esplosa fu poi ripresa 8 anni dopo nel 1983 in Fantozzi subisce ancora, esattamente in base alla battuta detta dallo stesso Paolo Villaggio: “Clacson di Filini”.
  • Al Lettieri morì a seguito di infarto a soli 47 anni proprio nel 1975, dopo aver girato questo film: l’anno seguente uscirono postume le sue ultime due pellicole, anch’esse italiane: Vai gorilla di Tonino Valerii e Bordella di Pupi Avati.
  • Come in molti altri film del genere, anche qui è presente Riccardo Pizzuti, non accreditato, che essendo uno degli scagnozzi del cattivo busca un sacco di botte.
  • Gli stuntman cinesi che hanno recitato in questo film sono gli stessi stuntman che lavoravano con Bruce Lee.