John Deacon il famoso bassista schivo e riservato dei Queen, ha sempre avuto un legame piuttosto forte e particolare con il frontman Freddie Mercury. Per questo motivo ha deciso di allontanarsi dal gruppo e tutti i progetti fanno da Brian May e Roger Taylor dopo la morte dell’amato frontman, avvenuta il 24 novembre 1991. Pazzesco pensare che quando Freddie Mercury stava male a causa delle durissime complicazione del virus dell’HIV, il bassista decise di non andarlo a visitare mai fino a perdersi con il gruppo. Ma Perché? 

 

La risposta è semplice seppur struggente. John Deacon infatti affrontò, in seguito all’evento un lungo periodo di depressione. Anche se accadde tutto in pochi giorni, dall’annuncio del virus alla morte, John non riuscì a reggere la botta non andando mai a trovare Freddie in quelle ore.  Gli amici ritenevano che John non sarebbe stato in grado di mascherare le proprie emozioni e in questo modo avrebbe ferito Freddie Mercury stesso, il quale non voleva vedere persone tristi.

Roger ha detto che ci sono voluti anni per lui e Brian per far fronte alla sua perdita, ma John non si è mai ripreso. Secondo il batterista: “John è andato fuori di testa e ha deciso che non poteva più occuparsi del mondo della musica“. Certo, John suonò al famoso concerto tributo, ma anche il quell’occasione il dolore per lui fu troppo. Questi quindi i motivi dell’abbandono di Deacon: un legame d’amicizia talmente forte e particolare che spezzandosi all’improvviso fece cadere in depressione il famoso bassista.