Sniper: Ghost Warrior 3 , abbiamo potuto giocarci tutto questo mese per provarlo più volte: la creatura di CI Games è molto cambiata nel corso del tempo, arrivando a proporre un open-world del tutto inedito per il brand. L’avventura del cecchino americano John Nort in terra georgiana è molto ben curata e molto impegnativa, grazie a una struttura di gioco non particolarmente originale ma capace comunque di strizzare decisamente l’occhio agli amanti dell’arte del tiro con il fucile e al contempo stimolare i più curiosi grazie al mondo aperto condito da una buona dose di quest secondarie. Sniper: Ghost Warrior 3 è un gioco molto riuscito.

Da un lato si apprezza la volontà del team di raccontare una storia dotata di grande respiro, con molte azioni , dove si mischiano sentimenti importanti come la fratellanza, vendetta , dall’altro, purtroppo, la fine della storia non è proprio la migliore. Sniper Ghost Warrior 3 difficilmente NON verrà ricordato per il suo storytelling. Andiamo a vedere invece le cose perfette che rendono il gioco unico.




L’approccio alle missioni è dotato di ampia libertà, che possono essere portate a termine con tre stili di gioco differenti, ognuno potenziabile in qualsiasi momento grazie al classico albero di skill.

Possiamo così agire come cecchini stile American Sniper, appostarci e uccidere nemici da centinaia di metri, oppure tenere un atteggiamento più in stile “ghost” e aggirarci tra i nemici in modalità stealth, utile ad esempio ad uccidere una guardia alle spalle e trovare informazioni utili. O ancora, grazie ad armi più d’assalto, possiamo semplicemente giocare a Sniper: Ghost Warrior 3 come a un classico sparatutto bellico stile COD vecchio style.

La parte del gameplay meglio curata è infatti quella del cecchino molto migliore rispetto a quella di Sniper Elite 4. Distanza, vento, precisione, il classico respiro trattenuto, zoom del mirino e tipo di fucile (ce ne sono davvero per tutti i gusti). 

Balistica, varietà di armi e futurismo rendono l’avventura unica, rendono il gioco unico nel suo genere, se ne possono scegliere tante e accompagnate da tanti gadget.




Tutti questi elementi danno vita a uno shooter perfetto nel suo genere senza alcun merito speciale ma molto godibile tale da rendere il giocatore incollato al televisore e alla console.