Compie oggi 55 anni Michael John “Mike” Myers, l’attore noto per il suo personaggio cinematografico più amato: Austin Powers

Mike Myers, nato in Canada con doppia cittadinanza britannica, cominciò la sua carriera come comico in vari programmi tv, raggiungendo fama soprattutto grazie al Saturday Night Live,  che, a seguito di un successo sempre maggiore, gli permise di portare al cinema uno dei suoi personaggi più amati dal pubblico, Wayne, con il film Wayne’s World (Fusi di testa).

Nel 1997 la sua figura decolla, quando esce Austin Powers: Il controspione (Austin Powers: International Man of Mystery), primo film di quello che sarà uno dei personaggi più amati e più famosi: Austin Powers. Donnaiolo degli anni sessanta, fotografo di giorno e spia per sua maestà di notte, in America diventa un’icona godereccia che tutti ormai riconoscono. Il personaggio è una chiara parodia delle storie di spionaggio degli anni sessanta, in particolare dei film di Derek Flint, Harry Palmer, Matt Helm e specialmente James Bond. 

Nel 1999 seguì Austin Powers: La spia che ci provava (Austin Powers The Spy Who Shagged Me) che ottenne negli Stati Uniti un successo ancora maggiore, conquistando il primo posto al botteghino alla sua uscita e nella prima settimana di programmazione più di cinquanta milioni di dollari di incasso. Inoltre, il film ottenne ottime critiche e fu l’unico che riuscì a tenere testa al colosso Star Wars Episodio I – La minaccia fantasma.

Nel 2000 Mike, insieme a Eddie Murphy e a Cameron Diaz, prende parte al film d’animazione Shrek, nel quale presta la voce al protagonista.

Nel 2002 ritorna al cinema con Austin Powers in Goldmember, creando polemiche anche con la casa di produzione MGM per il titolo troppo offensivo nei confronti di un personaggio della saga di James Bond. Anche stavolta la produzione di Myers si risolse in un trionfo, grazie anche alla partecipazione di un Michael Caine (che interpreta la parte del padre di Austin) inedito e divertito.




Nel 2004 ritorna al doppiaggio in Shrek 2, nel quale quadruplica il compenso richiesto per il primo episodio della serie, per poi proseguire nel 2007 per Shrek terzo e nel 2009 con Shrek e vissero felici e contenti.

Nel 2008 è il protagonista e sceneggiatore di Love Guru, con Jessica Alba, Justin Timberlake e l’ormai inseparabile Verne Troyer, il Mini-Me di Austin Powers, attore che ci ha tristemente lasciati lo scorso 21 aprile. Il film, tuttavia, non si rivela un buon successo e l’interpretazione di Myers viene stroncata duramente dalla critica.

Nel 2009 prende parte anche a Bastardi senza gloria di Quentin Tarantino.

Dopo una lunga pausa dal cinema, nel 2018 ritroveremo Myers in due film importanti, Terminal con protagonisti Margot Robbie, Simon Pegg, Dexter Fletcher, Max Irons e nel film sui Queen, Bohemian Rhapsody.

 

Fonte: Wikipedia