In una lunga intervista a New York Times, Linda Hamilton ha parlato del suo ritorno nei panni di Sarah Connor, l’iconico personaggio della saga di Terminator che l’ha resa una vera eroina nell’immaginario collettivo. La Hamilton, oggi sessantaduenne, è tornata a impersonare Sarah nel nuovissimo Terminator: Dark Fate, dopo la sua ultima apparizione in Terminator 2 – Il giorno del giudizio, uscito 28 anni fa. 




L’attrice non ha preso parte a tutti gli altri sequel che si sono succeduti a quelli diretti da James Cameron, preferendo tenersi fuori da progetti dei quali non era convinta. Nell’intervista ha parlato anche della sua relazione proprio con Cameron, con il quale è stata sposata e con il quale ha dato alla luce una bambina nel 1993. Nel 1997 i due convolarono a nozze, anno in cui Cameron era probabilmente il regista più rinomato al mondo grazie al successo di Titanic. Ma il loro matrimonio durò appena due anni e ora la Hamilton è tornata a parlare della loro relazione:

Quel rapporto era un mistero per tutti noi, persino per me e Jim [Cameron], perché siamo tremendamente mal assortiti. Ero solita dire che stavamo bene come due pezzi di un puzzle: dove lui era convesso, io concava.

Dunque cos’è che ha fatto sì che nascesse questo amore? 

Penso che ciò che è successo è da imputare al fatto che lui fosse davvero innamorato di Sarah Connor. E lo ero anche io.

James Cameron non si è detto in disaccordo con questa dichiarazione, affermando che si innamorò di Linda Hamilton perché all’inizio pensava che la personalità dell’attrice fosse molto più simile a quella di Sarah Connor di quanto poi riscontrò effettivamente: “Ci siamo trovati entrambi in una spirale per tanto tempo, eravamo affascinati l’uno dall’altra”.

Ora Linda Hamilton e James Cameron si sono riuniti a livello professionale per Terminator: Dark Fate, lei in veste di attrice e lui di produttore.