Ospite di “Belve”, Rocco Siffredi si è lasciato andare a varie dichiarazioni che stanno facendo molto discutere. L’attore, inoltre, è tornato su una dichiarazione che fece su Cicciolina qualche tempo fa. La presentatrice ha infatti fatto notare al divo dei film a luci rosse che, di lui, la donna disse: “È uno str*nzo. Dice che io puzzavo di latte di capra sul set”.

Un’osservazione di fronte alla quale Siffredi si sente di chiedere scusa e di fare retromarcia: 

“Le chiedo scusa. Purtroppo assicuro che si lavava col latte di capra, ma che io non dovessi dirlo è chiaro… Tuttavia, ci lavoravo io, quindi era un po’ complicato per me. Però continuo a chiederle scusa tutta la vita, perché comunque non dovevo dirlo”.

Cicciolina su Rocco Siffredi aveva inoltre dichiarato: “Era un poveraccio, l’abbiamo inventato io e Schicchi“. L’attore, però, non sente di dovere questa gratitudine, in realtà: 

“A Cicciolina? Non credo. Devo questa gratitudine a mia mamma e mio papà. Io mi chiamavo Antonio, mio zio Rocco si ammazzò purtroppo per amore e mia mamma mi cambiò il nome in Rocco. A loro devo dire grazie, non a Cicciolina: quando lei è arrivata, ero già piazzato”.

Per quanto riguarda, invece, il discorso legato all’aspetto economico della sua carriera e ai problemi avuti con il Fisco, Siffredi ha risposto in questi termini:

“Tantissimo se paragonato a un attore hard di fama mondiale, mentre se vengo paragonato a un attore di cinema di fama mondiale, ho guadagnato come una comparsa di Hollywood”.

Rocco Siffredi annuncia l’addio ai film hard e parla in lacrime della sua dipendenza citando anche Totti