Tom Cruise ha pubblicato sul suo Tweeter una nuova featurette che ci mostra la preparazione ai numerosi lanci con paracadute effettuati per Mission: Impossible – Fallout, sesto capitolo della saga atteso per il 29 agosto.

Senza dubbio, Cruise è uno degli attori più dedito alla preparazione fisica delle sue scene più pericolose, per le quali non accetta quasi mai di avere stuntmen. Ce l’ha mostrato nel 2011 con Mission: Impossible – Protocollo Fantasma nel quale lo troviamo a scalare la fiancata del palazzo più alto al mondo, ovvero il Burj Khalifa a Dubai, oppure nel 2015 in Mission: Impossible – Rogue Nation, che si apriva con una spettacolare scena in cui l’attore è aggrappato al lato di un aereo cargo mentre prende il volo.




Per ogni nuovo capitolo sembrerebbe che Cruise ami alzare l’asticella del fattore rischio. Per il prossimo Mission Impossible è accertato, infatti, che si sia allenato più di un anno per eseguire alcuni stunt molto pericolosi, tra cui un salto HALO (High Altitude Low Open – Alta Altitudine Bassa Apertura), una tecnica di lancio paracadutistico militare. Per questo tipo di salto normalmente si indossa una bombola di ossigeno e tuta termica, oppure, prima del lancio il paracadutista respira per 30-40 minuti ossigeno puro, così da saturare il flusso di sangue, evitando l’uso della bombola, che se usata in maniera errata può causare l’embolia. 

In questo video possiamo vedere spettacolari immagini in cui Tom Cruise, primo attore nella storia ad eseguire un salto HALO davanti una cinepresa, si lancia da circa 8000 metri di altezza: