Non ci saremmo mai aspettati di vedere cosi’tante star in arrivo. Venezia diventa grande, sfodera un’edizione, la sua 75esima, impressionante, un’esagerazione, a cominciare dalle nuove sfide distributive delle piattaforme di streaming come Netflix e Amazon, che a Cannes sono state ostacolate e che qui trovano casa.



Tanti i nomi dei registi Assayas, Audiard, i fratelli Coen, Cuarón, Greengrass, Lanthimos, Leigh, Nemes, Reygadas, Schnabel, Tsukamoto, Wiseman, Tsai Ming-Liang, Gitai, Trapero, Zhang Yimou, Kusturica, Loznitsa, Errol Morris e per gradire Orson Welles, del quale finalmente si vedrà l’ultimo suo film mai montato e finalmente disponibile grazie anche a Netflix, quel The other side of the wind, girato negli anni ’70 e che diventa forse l’operazione più di culto della Mostra, anche questa in barba a Cannes.
Ecco invece le star che si affacceranno al lido (e anzi per il pubblico generalista lo è ancora di più) l’inventario annunciato delle star, Lady Gaga in testa. Un po’ di nomi alla rinfusa: Ryan Gosling, Jeff Goldblum, Tye Sheridan, Juliette Binoche, Joaquin Phoenix, Jake Gyllenhaal, Liam Neeson, Tom Waits, Natalie Portman, Dakota Johnson, Tilda Swinton, Emma Stone, Rachel Weisz, Willem Dafoe, Oscar Isaac. Mathieu Amalric, Emmanuelle Seigner, Gaspard Ulliel, Luis Garrel, Mel Gibson, più gli italiani in voga. Può bastare?
Per gli italiani grande attesa per il remake di Suspiria firmato da Luca Guadagnino e molti altri. Non ci resta che aspettare il 28 partiamo!