Basato sulla popolare serie di videogiochi per PlayStation della “Naughty Dog”, arriva al cinema Uncharted, un action-adventure movie diretto da Ruben Fleiscer e con protagonista Tom Holland nei panni di Nathan Drake. Al cinema da giovedì 17 febbraio prodotto da Sony Pictures e distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia.

TRAMA

L’astuto ladro Nathan Drake (Tom Holland) viene reclutato dall’esperto cacciatore di tesori Victor “Sully” Sullivan (Mark Wahlberg) per recuperare una fortuna persa da Ferdinando Magellano 500 anni fa. Quello che inizia come un furto diventa una corsa mozzafiato in giro per il mondo per raggiungere il tesoro prima dello spietato Moncada (Antonio Banderas), di cui ritiene di essere il legittimo erede. Se Nate e Sully riusciranno a decifrare gli indizi e risolvere uno dei misteri più antichi della storia, troveranno un tesoro di 5 miliardi di dollari e forse anche il fratello, scomparso da tempo, di Nate… solo se impareranno a lavorare insieme.

RECENSIONE

Piuttosto che tentare di adattare ogni aspetto delle storie dei giochi o replicare la sensazione di giocarci, Ruben Fleiscer si “accontenta” di raccontare una semplice e divertente storia di azione e avventura. Spettacolare e leggero, Uncharted attinge a tutta una tradizione di film d’avventura come “Indiana Jones”, “I predatori dell’arca perduta”, “Il mistero dei templari”, mascherando queste influenze e abbandonandosi ad alcune delle sequenze action più assurde messe sullo schermo da molto tempo. Lo slancio visivo è assicurato da una fotografia brillante e colorata, in linea con l’avventura che stiamo vivendo.

Manca, invece, un po’ di brio, almeno nella prima parte del film: il duo Holland/ Wahlberg non sempre sembra funzionare e a mancare, forse, è un villain convincente. Ne Antonio Banderas nei panni di Moncada – lo spietato milionario anche lui alla ricerca del tesoro – ne Tati Gabrielle, nei panni della mercenaria Braddock riescono a prendersi la scena.